La Testimonianza di Clelia
Settembre 26, 2016 admin

La mia famiglia è composta da me e da mio figlio e siamo inseriti in Cooperativa da tanto tempo, dico “siamo” perché l’accoglienza è per tutta la famiglia, soprattutto negli anni più recenti.

Dopo i vari cicli scolastici, ero alla ricerca di una struttura per continuare il percorso di crescita e di autonomia di mio figlio. All’epoca non c’era molta scelta ma già da allora la Cooperativa sembrava la più adatta e la più attenta ai bisogni delle persone.

E’ stato duro l’inserimento, mio figlio non ci voleva andare, non voleva confrontarsi con le sue difficoltà e ambiva ad una vita uguale a quella dei suo compagni di scuola. Con tanto lavoro e pazienza, negli anni, è maturato. Ora si accetta ed è consapevole dei suoi limiti. Ci sono stati progetti soprattutto sull’autonomia e sull’accettazione degli altri e di sé che hanno dato buoni risultati. Non c’è cura passiva ma bensì un costante stimolo a migliorare e sviluppare le abilità dei ragazzi e , cosa più difficile, cercando di divertirsi.

Negli anni ci sono state varie fasi nella cooperativa alcune più positive di altre ma in ogni modo sempre costruttive.

Mi prendo cura di mio figlio da sola in tutto e per tutto e la nostra vita non è sempre in discesa. Ci sono momenti di sconforto e di fatica molto grandi e ora la cooperativa è un punto di riferimento molto importante, mi sento accolta, capita, sostenuta , consigliata e riesce a darmi sempre un appiglio per riprendere la salita.

Ci sono momenti in cui mi diverto, mi commuovo e mi emoziono ancora: mi diverto quando organizzano incontri e attività per tutti, mi commuovo quando assisto alle varie prove di mio figlio e scopro cose che non pensavo sapesse fare e mi emoziono quando penso da come siamo partiti e dove siamo arrivati.