24 Apr
  • By Francesca Bresciani
  • Cause in

Nuove opportunità sul fronte dell’abitare

Le storie di Lavorare Insieme e del Consorzio La Cascina sono da tempo collegate e intrecciate. La Cooperativa è uno dei soci fondatori de La Cascina, nonché uno dei principali sostenitori delle sue attività residenziali, che sono di fondamentale importanza per il progetto di vita di alcune persone con disabilità accolte nei servizi e nei progetti diurni e territoriali. Nel tempo numerose sono state le sinergie progettuali sviluppate tra la Lavorare Insieme e il Consorzio La Cascina: collaborazione tra servizi diurni e comunità, condivisioni relative al personale in forza sia sul versante progettuale-educativo che su quello amministrativo (e negli ultimi anni anche relativamente alla governance delle due organizzazioni), partecipazione congiunta a gare d’appalto e nell’investimento relativo a servizi innovativi.

In quest’ultimo periodo il Consorzio La Cascina ha avviato un importante percorso finalizzato alla rivisitazione della propria mission, evidenziando la necessità di affidare ai propri soci i servizi fino ad allora gestiti direttamente. Alla luce del legame che da anni unisce Lavorare Insieme e La Cascina, è sembrato piuttosto naturale pensare alla Cooperativa quale realtà in grado di raccogliere il testimone della gestione delle CSS, riuscendo magari a potenziarle e a rilanciarle all’interno della sua più ampia rete.

Con l’acquisizione delle tre comunità Casa Riviera (Almè), Rainbow e Arca (Villa d’Almè),  la Lavorare Insieme accoglie altre 25 persone con disabilità, che attualmente vi risiedono e aumenta il numero di personale dipendente di circa 30 unità. Le CSS ospitano al massimo 10 persone e vogliono costituire un clima famigliare di accoglienza oltre che favorire il benessere di ciascuno all’interno del proprio progetto di vita. Questa dimensione comunitaria mancava nel panorama dei servizi e dei progetti relativi all’abitare della Cooperativa (ricordiamo che la Lavorare Insieme già gestisce due residenze sanitarie – RSD – per persone disabili con significativi bisogni sanitari e assistenziali e promuove esperienze di scuola di vita adulta autonoma) e arricchisce in maniera significativa il panorama delle risposte e dei progetti messi a disposizione delle persone con disabilità e delle loro famiglie.